L'amore è.. paziente

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
L'amore è paziente - 1 Corinzi 13:4

A nessuno piace aspettare, nessuno ama fare la fila!
A nessuno fa piacere quando c'è qualcuno che sta sconsideratamente bloccando tutta la corsia stradale con il suo modo di guidare lento e incerto!
A nessuno fa piacere il comportamento delle persone che ti tagliano la strada infilandosi davanti a te nelle estenuanti ore di guida nel traffico, per guadagnare una sola posizione. Non piace nemmeno a me, ed ecco perché accelero perché questo non accada.
 
Devo ammetterlo, spesso sono impaziente. Ma l'amore, quello di Dio, non lo è.
La Parola di Dio invita a riconsiderare la nostra attitudine: "Non fate nulla per spirito di parte o per vanagloria, ma ciascuno, con umiltà, stimi gli altri superiori a se stesso, cercando ciascuno non il proprio interesse, ma anche quello degli altri. Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù" (Filippesi 2:3-5).
 
Dio ci invita a stimare gli altri più di noi stessi, ad amare il nostro prossimo come noi stessi.
"L'amore è paziente" e, se fossi paziente, sarei certamente più felice.
Se sono paziente, allora non provo angoscia quando sono in coda, ma utilizzo il tempo che Dio mette a mia disposizione per pregare, mentre sto aspettando.
 
Posso pregare per:
  • chi sta lavorando,
  • per la cassiera,
  • per le altre persone in coda,
  • per le loro famiglie,
  • perché Dio mi dia una opportunità di testimoniare dell'Evangelo a qualcuno di loro.
Se sono in paziente attesa non mi turberò se qualcuno mi passa davanti, anche ingiustamente, perché così, intanto, potrò pregare per lui.
 
Se non sono in ansia, ma sono paziente, posso rivolgermi alla persona che sta ostacolando il mio passaggio al supermercato con il suo carrello messo di traverso alla corsia, dicendo: "Mi scusi, credo di avere bisogno del suo aiuto, mi aiuta a passare? Grazie, Dio la benedica!", piuttosto che accostarmi con il cuore fumante e ribollente per l'arroganza di certe persone.
 
Devo tenere bene a mente che, come per me, il sole sorge e tramonta anche per questa persona, solo che io ho la grazia di Dio di poterLo ringraziare per ogni momento, anche per quello di attesa.
 
Tutte le istruzioni di Dio per noi, le cose da fare, quelle da non fare, sono per il nostro bene, lo afferma la Bibbia "Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio" (Romani 8:28).
 
Se faremo proprio quello che Dio ci consiglia, vivremo in pace, con più gioia e, perfino, con minore stress. Mettere in pratica la volontà di Dio nella propria vita dovrebbe essere il desiderio continuo del popolo di Dio e di ogni credente.
 
Scegliamo, dunque, di prendere l'impegno a ricercare di essere più pazienti gli uni con gli altri, a motivo della buona opera che il Signore ha iniziato in ciascuno di noi, "soltanto, dal punto a cui siamo arrivati, continuiamo a camminare per la stessa via" (Filippesi 3:16), la via dell'amore di Dio, che è paziente verso di noi!

Tratto da RISVEGLIO PENTECOSTALE Febbraio 2012

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta