La Bibbia? Non solo infomazione ma.. comunicazione

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
«Oh, quanto amo la tua legge! È la mia meditazione di tutto il giorno.
I tuoi comandamenti mi rendono più saggio dei miei nemici; perché sono sempre con me. Ho più conoscenza di tutti i miei maestri, perché le tue testimonianze sono la mia meditazione.
Ho più saggezza dei vecchi, perché ho osservato i tuoi precetti.
Ho trattenuto i miei piedi da ogni sentiero malvagio, per osservare la tua parola. on mi sono allontanato dai tuoi giudizi, perché tu mi hai istruito. h, come sono dolci le tue parole al mio palato! Sono più dolci del miele alla mia bocca.
Mediante i tuoi precetti io divento intelligente; perciò detesto ogni doppiezza. La tua parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero.». Salmo 119:97-105

Perché la Parola di Dio possa diventare una via preferenziale di comunicazione, e non solo d'informazione, dobbiamo sottolineare ancora una volta che la base per conoscere la volontà di Dio nella tua vita è una personale, quotidiana, continua relazione con Lui. Se non hai mai saputo che cosa significa usare la Parola di Dio per comunicare e relazionarti con il Signore, le informazioni che vi troverai risulteranno esserti di scarso beneficio. Anche se vi trovassi un'informazione tanto specifica per la tua situazione da non poter essere fraintesa, solo con una conoscenza diretta di Dio, avresti la forza spirituale di accettare la Sua Parola. Non solo Egli ci deve donare la saggezza, ma anche la forza di ubbidirgli. Non è dunque sufficiente saper distinguere fra la cosa giusta e quella sbagliata; dobbiamo anche capire come si fa ad accettare il Suo controllo per essere resi capaci di ubbidire.

Quando ti abitui ad essere in relazione e in comunione con Dio giorno per giorno e, ad un certo punto, si presenta la necessità di prendere una decisione nella tua vita, puoi andare alla Sua Parola prima per ottenere informazioni, poi - nel caso di mancanza di specifiche informazioni sull'argomento - per permettere al Signore di comunicare con te.
Beninteso, la Bibbia ci fornisce già molti principi di vita che noi possiamo applicare alle situazioni che viviamo. Per esempio, la Bibbia ci mette in guardia contro il matrimonio con i non-credenti. Se tu ti trovi a dover scegliere fra qualcuno la cui vita spirituale è in linea con la tua stessa fede e qualcun altro che non nutre alcun interesse per le cose spirituali, troverai nelle Scritture un aiuto potente per questo genere di decisioni.

Prendi gli avvertimenti della Bibbia contro la disonestà... Se devi mentire per ottenere o mantenere un certo impiego, puoi essere sicuro - sulla base dell'insegnamento biblico - che Dio non ti sta certo conducendo in quella direzione. Sebbene tu non possa trovarvi un capitolo o un versetto specifico per la tua situazione, esistono però dei principi che possono essere applicati per aiutarti a prendere la giusta decisione.
Tuttavia, ci sono occasioni in cui potremmo doverci trovare di fronte a due apparenti "giuste" scelte, invece che davanti ad una sicuramente giusta e ad un'altra sicuramente sbagliata. Magari devi scegliere se diventare un insegnante di matematica o uno di scienze, invece che dover scegliere fra diventare un insegnante oppure un mazziere a Las Vegas! A volte le scelte che hai davanti sembrano ugualmente giuste se confrontate con i principi della Parola di Dio.
 
Per questi casi, non si potrebbe dare maggiore enfasi ai benefici delle Scritture come mezzo di comunicazione (naturalmente insieme agli altri sette passi per conoscere la volontà di Dio), infatti il Signore potrebbe comunicarti - mediante la Bibbia - la Sua guida per il tuo caso specifico in altri modi che non siano un capitolo o un versetto. Quando andrai a Lui per avere la Sua guida in una specifica decisione, ci saranno delle volte in cui il Signore ti sorprenderà con dei particolari passaggi delle Scritture applicate alla tua situazione. A me è capitato forse una mezza dozzina di volte nella mia vita, quando la Parola di Dio improvvisamente mi parlò della mia particolare decisione in modo assolutamente inequivocabile.

Un'estate comprai dei libri religiosi per colportare e guadagnare così la retta al college per l'anno scolastico che sarebbe cominciato in autunno. Il primo giorno il mio supervisore uscì con me per mostrarmi come si faceva a vendere libri. Stetti lì accanto a lui, reggendo la borsa, mentre lui vendette libri per tutto il giorno. Sembrava facile! Tornai a casa euforico e moltiplicai il numero dei libri venduti quel primo giorno per il numero dei giorni di quell'estate e, alla fine, ne conclusi che sarei ritornato a scuola in autunno con il triplo o il quadruplo del denaro necessario.
 
Poi il supervisore lasciò la città... E giorno dopo giorno era sempre la stessa cosa: non vendetti un solo libro. Ben presto mi ritrovai scoraggiato; sembrava proprio che io non sarei mai stato in grado di avere un'educazione scolastica, perché era fin troppo facile immaginare che sarebbe trascorso il resto dell'estate senza vendere un solo libro! Una notte mi sentii così scoraggiato che a mala pena riuscii a dormire. Il mattino seguente cercai di prendere una decisione sul da farsi. Avrei dovuto tornare a casa e dimenticare tutta la faccenda? Avrei dovuto continuare a fare tentativi, anche se la situazione sembrava essere senza sbocco? Fui sospinto ad aprire la Bibbia e il testo che mi capitò sotto gli occhi era il Salmo 42:11: "Perché ti abbatti, anima mia? Perché ti agiti in me? Spera in Dio, perché Lo celebrerò ancora; Egli è il mio salvatore e il mio Dio".

Questo messaggio della Parola di Dio mi infuse il coraggio di fare un altro tentativo. Mentre mi stavo avviando al lavoro, mi fermai all'ufficio postale. C'era la lettera di una donna alla quale avevo mostrato dei libri tre giorni prima. Aveva deciso: era interessata! Ci andai di corsa e feci la mia prima vendita quel mattino. Il Signore aveva cominciato a mostrarmi che non ero io quello che vendeva i libri... Era Lui. Se hai provato qualche volta a vendere libri religiosi, avrai imparato questa lezione anche tu.

Tratto e tradotto dal libro omonimo "How to know God's Will in your Life" di Morris L. Venden

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta